GROUND-FLOOR HEAVEN

Then we came to where the river runs
(Howlin’, howlin’ grace)
We had water in our shoes
And tiredness in our legs and bones

There you let me lay your body down
Like a rag on recent shade
There was the branches’ swish
And the stars came high above

In the creaking of a crippled song
In the tangerine and lemon light
In the sun that washed our eyes
We found a way
To our ground-floor heaven

There was garbage all over
When we drove our roots down here
We had to wreck our hands
To make our kingdom of this wild dump

Now I see you there
And everything’s so sharp and clear
I have seen so many flowers
But I’d never really wanted one

In the creaking of a crippled song
In the tangerine and lemon light
In the sun that washed our eyes
We found a way
To our ground-floor heaven

In the night I’ll put a cover on your shoulder
And I’ll hold you ever closer
Till you close your eyes
Sitting in the shelter of an endless vault
With a willow’s trunk behind
And the river rolling by

Put a lamp in our window
For every rover passing by
We’ll put no fence around
We won’t give our land a name

Let the migrant birds
Sing their songs and draw their flights
Ground-floor heavens
Got no door, no keys, no shame

In the creaking of a crippled song
In the tangerine and lemon light
In the sun that washed our eyes
We found a way
To our ground-floor heaven

Traduzione

Poi giungemmo dove scorre il fiume
(Ululante, ululante bellezza)
Avevamo acqua nelle scarpe
E stanchezza nelle gambe e nelle ossa

Lì lasciasti che stendessi il tuo corpo
Come uno straccio sull’ombra recente
C’era il fruscio dei rami
E le stelle apparvero alte sopra di noi

Nel cigolio di una canzone zoppa
Nella luce di mandarino e limone
Nel sole che ci bagnò gli occhi
Trovammo una via
Per il nostro paradiso al piano terra

C’era immondizia ovunque
Quando affondammo le nostre radici quaggiù
Dovemmo rovinarci le mani
Per fare di questo postaccio selvatico il nostro regno

Ora ti vedo lì
E tutto è così nitido e chiaro
Avevo visto così tanti fiori
Ma nessuno l’avevo mai voluto davvero

Nel cigolio di una canzone zoppa
Nella luce di mandarino e limone
Nel sole che ci bagnò gli occhi
Trovammo una via
Per il nostro paradiso al piano terra

Di notte ti metterò una coperta sulle spalle
E ti terrò sempre più stretta
Finché chiuderai gli occhi
Seduti al riparo di una volta infinita
Con un tronco di salice alle nostre spalle
E il fiume che ci scorre accanto

Metti una lanterna alla nostra finestra
Per ogni viandante di passaggio
Non metteremo staccionate intorno
Non daremo alla nostra terra un nome

Lascia che gli uccelli migratori
Cantino le loro canzoni e traccino i loro voli
I paradisi al piano terra
Non conoscono porte, chiavi, né peccati

Nel cigolio di una canzone zoppa
Nella luce di mandarino e limone
Nel sole che ci bagnò gli occhi
Trovammo una via
Per il nostro paradiso al piano terra